Claudio Vergnani

claudioVergnani_02Chi è Claudio Vergnani?
Un lettore onnivoro e un appassionato di cinema e teatro. Amo “vedere” come nel corso del tempo come l’umanità cambia o meno nel rappresentare sé stessa. Come le nuove idee si intrecciano con la tradizione, le innovazioni riuscite e quelle meno. Lo sforzo di migliorarsi, insomma, e le sue insidie.

Nella saga pubblicata della Gargoyle, perché hai voluto parlare proprio di vampiri?
In realtà i vampiri sono solo uno “sfondo” per parlare d’altro. Mi serviva un background horror composto da figure archetipe conosciute da tutti, sia pure a diversi livelli. Tutti, più o meno, sappiamo cos’è un vampiro. E’ una delle “minacce” horror per definizione. Intorno a loro ho cercato di costruire una storia solida, varia, drammatica e profonda ma anche divertente.

In cosa si distinguono i tuoi eroi dagli ammazza vampiri che conosciamo?
il36GiustoChe non sono eroi e sono consapevoli di non esserlo. E non lo sono per scelta. L’eroe spesso compie un sacrificio o un atto di coraggio preso dall’orgasmo di un momento di ebbrezza personale. I miei personaggi sanno che l’eroe presta orecchio alle false melodie delle sirene. L’eroe è preso da sé stesso, dalla propria grandezza, e non è molto disponibile ad essere auto ironico, come invece sono i miei personaggi. E poi nell’eroismo c’è qualcosa di sublime, che però si trasforma in qualcosa di patetico nel momento in cui lo si dichiara. E allora forse i miei personaggi, se anche sono stati eroi, sono costretti a negare di esserlo.

In cosa si distinguono invece i tuoi vampiri da quelli classici o da quelli in chiave moderna tipo Twilight?
In tutto, direi.

Quali libri ti hanno influenzato?
Sarebbe un elenco infinito. Ho letto di tutto e tutto mi ha influenzato. Non esistono generi “chiusi”, l’amore è amore in un romanzo di Tolstoj come in uno di Poe come in uno King. Così la sofferenza, e la paura e le altre emozioni umane. La differenza non è nel genere letterario, è nelle parole scelte dall’autore. Se devo citare un autore cito Borges, che sapeva infondere alle sue parole grandezza, profondità, ironia e umanità come nessun altro mai.

Nei tuoi libri ci sono frequenti backward, perché questa scelta?
Perché il passato non è morto, ma continua a “premere” incessantemente sul presente e sul futuro. Nelle mie narrazioni è indispensabile – entro certi limiti – darvi spazio.

Come nasce la trama dei tuoi libri? La serie era già nella tua testa fin dall’inizio?
In parte. Avevo chiaro quel che avrei voluto esprimere e il tipo di storia che volevo raccontare. Per strada si sono poi aggiunti dettagli, diramazioni, episodi, e anche personaggi. Non era un’operazione decisa a tavolino, si trattava di provare – mi si passi il termine – a dar vita ad un mondo. Ma avevo ben chiari i presupposti dai quali partivo e gli obbiettivi che cercavo di raggiungere. Che sono poi, in pratica, sfatare il luogo comune, ancora molto radicato, che vuole che la letteratura d’evasione non possa essere anche profonda.

I tuoi libri sono molto corposi, hai avuto difficoltà nel trovare un editore per il primo della serie?
No, trattandosi di un horror ho provato subito con Gargoyle Books, che sapevo pubblicava, con passione e competenza, tale genere. Ho inviato il file con la prima parte del manoscritto e l’accordo è proseguito. Sono stato molto fortunato.

A quale libro della trilogia della Gargoyle sei più affezionato?
claudioVergnani_01Nella mia mente è una storia unica, ma ogni libro esprime un’innovazione e un tentativo di aggiungere un mattoncino in più – nel mio piccolo, beninteso – al continuo evolversi del lungo cammino letterario dell’umanità. Mia ambizione era scrivere storie appassionanti e divertenti, “classiche” da un lato, per amore e rispetto di chi mi ha preceduto, a qualunque livello, ma “originali” dall’altro, per fare un passettino in avanti. Un tentativo, insomma, di inserirmi in un genere letterario per poi andare oltre il genere. Si può essere profondi e innovativi anche scrivendo un manuale su come si ripara una lavatrice, se si ha l’intenzione di farlo e se si conoscono le parole giuste. Viceversa, si possono dire sempre le stesse cose anche scrivendo storie in apparenza drammatiche e focalizzate su temi sociali. Uno scrittore non è serio solo perché dichiara di scrivere seriamente, anche se in Italia siamo propensi a crederlo.

Se dovessi scegliere un solo simbolo della cultura vampiresca, quale sceglieresti?
Il tramonto del sole e il calare delle tenebre. Vampiri a parte, per ognuno di noi viene quel momento, spesso più volte nella vita. E’ come lo affronterai che fa di te quel che sei.

Cosa sta leggendo Claudio Vergnani?
Di tutto, come sempre.

In questi primi mesi del 2013 sono usciti in contemporanea due tuoi libri:
I Vivi, i Morti e gli Altri
per la Gargoyle Books e Per ironia della morte per la Nero Press. Come hai gestito questo fuoco incrociato?
Con fatica, devo dire. Ma capita anche questo. Ci sono lati positivi e negativi, nella cosa. Anche perché è già difficile “presentare” un solo romanzo. Ma va bene anche così. Si cerca di organizzarsi al meglio.

gargoyle_-_i_vivi_-_i_morti_e_gli_altriParliamo de I Vivi, i Morti e gli Altri. Dai vampiri agli zombie. Zombie che però appartengono a delle razze diverse, come a dire che la morte non è stata una vera e propria livella. Come hai deciso la classificazione dei non morti?
Iniziando a scrivere il romanzo mi sono imposto di non guardare film o di leggere libri a tema zombi. Non volevo farmi condizionare da nulla. Avevo in mente – da fruitore appassionato del “genere”, prima ancora che da scribacchino – di spostare un po’ più avanti l’asticella riguardo al tema. Proporre un romanzo che possedesse novità reali, non solo  qualche variante sul tema tanto per dire che avevo scritto qualcosa di diverso. L’idea di andare oltre, come ho detto, nasceva dall’amore per il genere. Mi è venuto naturale inserire quelle varianti che ritenevo mancassero. E non certo per arroganza o nella presunzione di imporre un nuovo modello di zombi. Al contrario, per curare, coccolare e – se possibile – migliorare qualcosa di amato. E poi, come ha ricordato in altre occasioni, proporre varietà di zombi non è meno arbitrario di proporne di un unico genere.

Per ironia della morte invece è un prequel, se non sbaglio, legato al personaggio più ironico (guarda caso), della saga dei vampiri. Cosa aggiunge o cosa modifica questo libro alla prospettiva delineata dalla trilogia della Gargoyle?

per-ironia-della-morte_cover-738x1024
Non sbagli. E’ un prequel dove ritroviamo Vergy, coprotagonista della trilogia Il 18° vampiro, Il 36° Giusto, L’ora più buia. Tale personaggio preesisteva alle vicende vampiriche, e fu “reclutato” nella trilogia per le sue indubbie – e straripanti – doti di personaggio, che poteva funzionare sia da solo sia inserito in un gruppo. In Per ironia della morte (che, lo ricordo, è un thriller privo di elementi soprannaturali) lo troviamo più giovane, più sbalestrato ma anche estremamente vulcanico, e  veniamo a sapere di lui cose che molti lettori mi hanno domandato dopo aver finito di leggere la trilogia. Credo che un personaggio non debba essere necessariamente legato ad un solo genere, perché anche nella vita reale capita, nel bene e nel male, di dover con frequenza “cambiare registro”.
In sintesi, anche qui abbiamo un romanzo che si affida con deliberato, abbandonato trasporto al classico, ma che poi dal classico esce di prepotenza con risultati che saranno i lettori a giudicare.

Come si è svolta la promozione dei tuoi libri?
Questo è un aspetto che tendo a lasciare alle case editrici, di solito più ferrate di me in tale settore. Se c’è interesse io sono più che disponibile a parlare dei miei libri, diversamente perché insistere?

Quali sono i progetti futuri di Claudio Vergnani?
Visti i tempi che stiamo attraversando mi accontenterei anche solo di non imbarbarire. In quest’epoca di folli, di delinquenti, di confusi, di spaventati e di abbrutiti, vorrei continuare a provare ad essere un uomo. E come ci insegna Montale, nulla è più difficile.

vergnani_All

Il 18° Vampiro, Autore:Claudio Vergnani, Gargoyle, Pag:544, €14.00
Il 36° Giusto,  Autore:Claudio Vergnani, Gargoyle, Pag:528, € 15.00
L’ora più buia, Autore:Claudio Vergnani, Gargoyle, Pag:492, € 16.00
I Vivi, i Morti e gli Altri, Autore:Claudio Vergnani, Gargoyle, Pag:480, € 16.50
Per ironia della morte, Autore:Claudio Vergnani, Nero Press, Pag:362, € 15.00

Claudio Vergnani ospite di RLTV:

Biografia da http://www.scheletri.com

OLYMPUS DIGITAL CAMERANato a Modena, svogliato studente di liceo classico, ancor più svogliato fuoricorso di Giurisprudenza, Claudio Vergnani preferisce passare il tempo leggendo, giocando a scacchi e tirando di boxe. Allontanato dai Vigili del Fuoco, dopo una breve e burrascosa parentesi militare ai tempi del primo conflitto in Libano, sbarca il lunario passando da un mestiere all’altro, portandosi dietro una radicata avversione per il lavoro. Dalle palestre di bodybuilding alle ditte di trasporti, alle agenzie di pubblicità, alle cooperative sociali, perso nei ruoli più disparati, ma sempre in fuga da obblighi e seccature.

Booktrailer de Il 18′ Vampiro con claudio Vergnani attore

Tag:, , , , , , , , ,

3 commenti su “Claudio Vergnani”

  1. aurora dicembre 10, 2014 a 8:21 pm #

    Mah.
    Rimango sempre basita.

  2. Aurora dicembre 16, 2014 a 5:10 pm #

    Beh? i commenti negativi li censurate?
    Che tristezza…

    • Cristina Lattaro agosto 29, 2015 a 3:30 pm #

      Per carità, il blog è entrato in letargo per alcuni impegni, sono tornata or ora e sto lavorando sui commenti in sospeso. Ritengo che qualsiasi critica educata e motivata valga quanto un complimento educato e motivato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: